E dopo?

Riprendere la scuola

Le attese dei ragazzi e della ragazze nel problematico ritorno alla normalità

Bolla papale di nomina del vescovo Erio

Bolla papale

“Il vescovo Francesco, servo dei servi di Dio al venerabile fratello Erio Castellucci, arcivescovo di Modena-Nonantola, finora amministratore apostolico di Carpi, nominato vescovo di entrambe le diocesi unite nella persona del vescovo, salute e benedizione apostolica. ‘Seduti a poppa della chiesa dopo aver ricevuto l’ufficio dell’episcopato, guidiamo la nave contro i flutti, tenendo stretto il timone  della fede, al duplice …

Nel tempo – Abitare la relazione

Uno sprazzo di vita e di scuola, ai tempi della pandemia. Questo il testo a seguire. Racconto interlocutorio, per sbirciare oltre il presente, quando, dopo un anno, sembra esser tornati al capolinea. Ma i due fratelli e la sorella, con gli insegnanti, sembrano non demordere: continuano la loro tessitura di crescita.

Camminiamo insieme, guardando al futuro

Camminiamo insieme

A seguito della decisione della Santa Sede di non inviare, dopo un anno di vacanza, un Vescovo per la nostra diocesi, collocandola invece accanto a quella di Modena in un’unica persona di governo, e’ ormai opinione largamente condivisa che la fusione sia il traguardo conclusivo dell’iter aperto con le dimissioni del vescovo Cavina.

Tempo di lungimiranza

Tempo di lungimiranza

Nella prospettiva di futura piena fusione fra le diocesi di Carpi e di Modena, il patrimonio, edilizio e non, è destinato a cambiare in tutto o in parte destinazione e funzioni: occorre un vero discernimento per la sua gestione.

Il potere che discrimina

Il potere che discrimina

Papa Francesco auspica un allargamento degli spazi per i laici e per la presenza femminile più incisiva nella Chiesa. Una risposta è possibile se si opera la distinzione tra potere sacramentale, proprio dei sacerdoti, e potere di governo nelle varie strutture ecclesiali: quest’ultimo deve necessariamente spettare ai ministri ordinati?